Silvia Rinaldi

Junior Consultant

Aspirazioni professionali

Silvia è un’umbra in trasferta nel mondo.
Pallavolista professionista mancata, esploratrice ed archeologa in una vita precedente.
La sua curiosità e voglia di vedere sempre cose nuove, unite all’amore per la scienza e la complessità dei suoi numeri l’hanno spinta a studiare Biotecnologie prima e Chimica e Fisica poi durante il suo dottorato in chimica computazionale.
Grazie al lavoro di scienziata, ha potuto sperimentare e sperimentarsi in tanti posti diversi, inclusa una parentesi americana in un paesino sperduto tra le pianure dell’Ohio uscito direttamente da qualche film di Clint Eastwood. Ha lavorato vari anni come ricercatrice CNR dedicandosi all’affascinante studio delle proteine, degli enzimi e del drug design per poi interrogarsi su un nuovo modo per avvicinarsi ancor di più alle persone e avere un impatto più concreto sulle cose.
Per questo ha deciso di fare un bel salto e reinventarsi grazie ad un Master in Management della Sanità seguito nella cornice altamente sfidante dell’Università Bocconi.
Ora sta lavorando in Helaglobe come junior consultant e si occupa principalmente di Patient Solution, un ambito nel quale ogni giorno cerca di mettere a frutto le diverse esperienze acquisite e di continuare ad imparare cose nuove.

Perché lavoro in Helaglobe?

Lavoro in Helaglobe perché qui ho riscoperto il piacere di reinventarmi tutti i giorni alla ricerca di nuove soluzioni che possano un domani avere un impatto concreto sulla vita delle persone. Qui ogni giorno vengo stimolata a guardare con occhi nuovi me stessa per poter guardare con occhi nuovi il mondo circostante.

Tre aggettivi per descriverti

Intuitiva, empatica, dinamica.

Tre caratteristiche personali salienti

Curiosità, capacità di analisi, immaginazione.

Tre caratteristiche fondamentali per chi svolge il mio ruolo:

Proattività, apertura mentale, pensiero critico.

Personaggio/i di ispirazione:

Federico II di Svevia, insaziabile esploratore dei confini della conoscenza e delle potenzialità degli uomini. Ada Pace, la più famosa pilota donna italiana capace di sconfiggere ogni pregiudizio grazie alla sola fiducia in sé stessa. Vincent van Gogh, un uomo che è riuscito a trascendere i confini visibili delle cose.

Giuseppe Garibaldi, generoso idealista, pronto a sacrificarsi per ogni causa di
giustizia e libertà.

Le mie aspirazioni professionali:

crescere e consolidare le mie expertise senza sacrificare la voglia di imparare sempre qualcosa di nuovo. Assumere nuove responsabilità senza perdere il divertimento per quello che faccio.

Le mie aspirazioni personali:

Viaggiare, viaggiare, conoscere, scoprire e poi ancora viaggiare.

Il mio motto di riferimento:

Voglio vivere per sempre, o morire provandoci”. (Groucho Marx)

Richiedi informazioni

Compila il form per essere ricontattato