Marco Manelli

Junior Consultant

Aspirazioni professionali

Marco non si è mai accontentato e non ha nessuna intenzione di farlo. Dopo aver concluso il corso di Laurea Magistrale in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche a Trieste, l’aspirazione l’ha portato in pochi giorni a scegliere Milano e la SDA Bocconi per ampliare il suo bagaglio di competenze con il Master in Management per la Sanità.
Affiancando alla sua formazione scientifica una formazione più economica, ha avuto modo di scoprire la sua passione per i numeri e la loro analisi, che lo ha portato alla frequentazione di corsi avanzati di valutazione economica e modellistica.
Una passione affinata nel corso di uno stage presso l’azienda farmaceutica Gedeon Richter, dove ha potuto misurarsi con attività di forecasting e di elaborazione di report di vendita, in supporto alla funzione Sales Force Effectiveness & Business Support.
Con l’arrivo in Helaglobe nel 2018, ha inizio l’avventura nel mondo del Market & Patient Access che gli permette di incrementare le sue competenze nell’ambito dell’accesso al mercato di farmaci e dispositivi, divenendo inoltre riferimento per le consegne che prevedano analisi dati.
La passione per il disegno, i videogames, i comics e la letteratura fantasy non gli hanno fatto mai mancare fantasia e creatività, che nel lavoro ha la possibilità di sfruttare grazie all’area di Helaglobe dedicata ai progetti rivolti ai pazienti.
Il trasferimento di Helaglobe ha portato alla terza tappa di un lungo percorso che, partito dal Salento, ha attraversato Trieste e Milano, per condurlo infine a Firenze, dove vive con il suo cane Arwen.

Perché lavoro in Helaglobe?

La scelta di entrare a far parte del team Helaglobe è avvenuta per la possibilità di potermi mettere in gioco, mettendo a frutto le mie competenze senza la paura di sbagliare e sviluppandone di nuove senza la paura di chiedere. A ciò si aggiunge la possibilità di accrescere la mia esperienza nella libertà di proporre le migliori soluzioni creative senza la paura che non si possano realizzare.

Tre aggettivi per descriverti

Intraprendente, metodico, affidabile.

Tre caratteristiche personali salienti

Precisione, capacità di apprendimento, creatività.

Tre caratteristiche fondamentali per chi svolge il mio ruolo:

Competenza, organizzazione, empatia.

Personaggio/i di ispirazione:

Phil Ivey, per la capacità di mantenere la concentrazione e di ragionamento; Eminem, per la capacità di mostrare al mondo le proprie qualità al di là dei pregiudizi e delle difficoltà; Ricardo Kakà, per la capacità di determinare e restare umile.

Le mie aspirazioni professionali:

Tornare in Salento da imprenditore in grado di regalare alla mia terra qualcosa che ne migliori la qualità di vita.

Le mie aspirazioni personali:

Visitare i luoghi più affascinanti della terra in termini di flora e fauna, in particolare foresta amazzonica, barriera corallina e artico.

Il mio motto di riferimento:

Excelsior!”, che per Stan Lee sta per “Verso e oltre una gloria più grande!”.

Richiedi informazioni

Compila il form per essere ricontattato